Wednesday, August 02, 2006

Le Menti Più Eccelse al Lavoro - The Most Brilliant Minds at Work

Io non mi intendo di diplomazia o di relazioni internazionali, mi intendo un po' di più di linguaggi formali e di logica. Non capisco in tutta sincerità come si possa perdere delle ore e conseguentemente soldi dei contribuenti per decidere se scrivere «cessate il fuoco immediato» o «cessazione immediata delle ostilità». I commentatori definiscono la seconda (la mozione approvata) una versione "annacquata". La mia posizione è che è ridicolo perdere del tempo su che parole usare, soprattutto quando poi nessuna delle due parti in gioco si curerà del documento.
Se proprio vogliamo affrontare il discorso, dobbiamo farlo razionalmente e concludere che la seconda formula è in realtà più forte della prima. Spararsi addosso è una forma di ostilità, ma esistono altre forme (farsi le linguacce è una forma di ostilità) quindi la formula due implica logicamente (=>) la formula uno.
Delle due l'una o i giornalisti non conoscono la logica, o i diplomatici non la conoscono... ma possiamo anche sospendere il principio del terzo escluso e dire che nessuno dei due conosce la logica.

-----

I don't know much about diplomacy or international relationship, I do know something about formal languages and logic. I cannot understand how smart people can waste time and taxpayers euros to decide what phrase to use: «immediate cease fire» or «immediate cessation of all hostilities». Journalists say that the second version is weaker than the first. My thought is that it is simply ridiculous to waste time on words especially when the concerned people don't really care.
If we are willing to enter the discussion then the second version is stronger than the first one. Shooting at each other is just a form of hostility, there are other forms (grimaces are another form of hostility) therefore the second version logically implies (=>) the first one. Out of the two one: or journalists don't know logic, or diplomats don't know logic... are we sure there is not a third option?

2 comments:

fabiana said...

Sono arrivata qui da "la città di vetro". Belli i commenti in inglese ed italiano, complimenti!
ciao

barbara said...

è un po' quello che pensavo io quando alle intortole gialle ci dicevano che frasi o parole usare a seconda di chi ti chiamava per il diverso impatto psicologico.. un po' come nella busta paga leggi "contributo" al posto di "tassa". Personalmente mi sento presa per i fondelli.
Per quanto riguarda i giornalisti, oltre al discorso di usare alcune espressioni al posto di altre, c'è anche quello di essere politicamente corretti.