Tuesday, November 13, 2007

famiglia - family (scroll down for English)

La convivente di Fini dice
«Ci siamo accorti che ci capivamo al volo. Quando nascerà la bimba, saremo una famiglia».
Cosa!? no! non possiamo permetterlo! non sono sposati! non posso essere una famiglia. Se permettiamo a loro di essere una famiglia pur non essendo sposati ci attireremo addosso l'ira degli dei. Saremo perseguitati da disgrazie, catastrofi, carestie morte e distruzione!

---

Fini's partner said
«We realized that we could understand each other immediately. When the baby is born we will be a family».
What!? no! we cannot allow that! They are not married! they cannot be a family. If we allow such a thing we are going to call the gods' wrath on us. We will be afflicted by famine, catastrophies, death and destruction!

PS. For my non Italian readers. Fini is one of the leaders of the conservative right in Italy who is fiercely opposing any recognition to civil unions.

Sunday, November 11, 2007

1.609344 km (scroll down for English)

E così, a meno di 4 giorni dal mio ritorno in Italia, il contachilometri della mia bicicletta ha superato le 1000 miglia. Le mille miglia di Minneapolis.

---

Only 4 days before my departure, my bike computer reached the 1000 miles threshold. Minneapolis 1000 miles.

la principessa del latticino - dairy princess (scroll down for english)

Io amo il Midwest! Non ci sono caxxi che tengano. Prendete la Brianza di 30 anni fa, estendetela in modo che abbia le dimensioni di tutta l'Italia e aggiungeteci un sacco di freddo. Questa gente è avanti! Quella che vedete ritratta in foto è la "principessa del latticino" di qualche anno fa. Ogni anno in Minnesota c'è la State Fair (una sorta di festa del paese affetta da una grave forma di gigantismo), ogni anno viene eletta una dairy princess e ogni anno una scultura in burro della dairy princess viene realizzata. La scultura viene donata alla vincitrice e tradizione vuole che il tutto il paese da cui proviene la vincitrice si riunisca con una colazione a base di pancakes guarniti con la testa della principessa!

---

I love the Midwest; hands down, these people are one step beyond! Each year they have the Minnesota State Fair and each year they elect a dairy princess. She gets to have her head sculptured in butter! The sculpture is taken back to the town where the girl lives and the town has a pancake breakfast using her heard to make the pancakes!

midwest (scroll down for English)

Strane e fantasiose tradizioni locali. Ieri un mio coinquilino mi raccontava di una interessante tradizione che sopravvive in un paese vicino a dove è nato, in Wisconsin. Il tutto funziona più o meno così: all'inizio dell'inverno una vecchia macchina in mezzo al lago ghiacciato. Da quel momento le scommesse sono aperte; si punta un dollaro e si scommette sul giorno in cui il ghiaccio cederà e la macchina affonderà. Il vincintore si prende tutti i soldi. Non è geniale?

---

Strange e fantastic local traditions. Yesterday one of my roommates told me the story about a tradition they got at a place near where he was born, Wisconsin. At the beginning of the Winter they drag a old car in the middle of tha lake and from that moment the bets are on. People bet on which day the ice will crack and the car sink. Isn't it genius?

Friday, November 09, 2007

num3ri - numb3rs (scroll down for English)

Leggo con una sensazione mista di piacere e disgusto che dopotutto la cultura scientifico-matematica in Italia non è messa poi così male. Nel Regno Unito recentemente è stata messa in commercio una nuova lotteria istantanea. Si chiama Cool Cash. Si grattano delle caselle al di sotto delle quali ci sono delle temperature, se tutte le temperature sono più fredde di quella stampata in cima al biglietto si vince. Ora, il problema è che le temperature sono anche negative, ebbene la lotteria istantanea è stata ritirata dal commercio perchè la gente non capiva che -7 è più freddo di -3. Come, 7 è più grande d 3!
Una delle mancate vincitrici racconta:

On one of my cards it said I had to find temperatures lower than -8. The numbers I uncovered were -6 and -7 so I thought I had won, and so did the woman in the shop. But when she scanned the card the machine said I hadn't.
I phoned Camelot and they fobbed me off with some story that -6 is higher - not lower - than -8 but I'm not having it.
Geniale il "I'm not having it"... lei non è mica così stupida da farsi fregare. Tina Farrel la sa lunga!

---

Today I found out that mathematical and scientific culture in Italy is not that bad. It is a sour-sweet feeling, though. In the United Kingdom there was a new scratchcard lottery. It is named Cool Cash. On each card there is a temperature and if you scratch lower temperatures you win. The problem is that temperatures can be negative; they had to withdraw the lottery because people could not understand that -7 is lower than -3.
One of the wanna-be winners says:
On one of my cards it said I had to find temperatures lower than -8. The numbers I uncovered were -6 and -7 so I thought I had won, and so did the woman in the shop. But when she scanned the card the machine said I hadn't.
I phoned Camelot and they fobbed me off with some story that -6 is higher - not lower - than -8 but I'm not having it.
I especially love the "I'm not having it"... she is not so stupid to be fooled. Tina Farrel knows better!

Wednesday, October 31, 2007

sottile ironia - sharp irony (scroll down for English)

purtroppo credo fosse un regalo vero e non un simpatico modo di dire al nazipapa di "andare a lavorare!". Fatto sta che hanno regalato un trattore al nazipapa... Cosa non si fa per la pubblicità.

---

unluckily I think it was a real present, and not a nice way to tell the nazipope to "go and get a job!". The thing is that they gave the nazipope a tractor as a present... what wouldn't they do for some publicity

Monday, October 29, 2007

inutilità - uselessness (scroll down for english)

No, non un altro. Vi prego! Ho appena scoperto che al festival del cinema di Roma è stato presentato un documentario che vuole confutare la tesi ufficiale sui fatti del 11 Settembre 2001. Il film si intitola "Zero, inchiesta sull'11 settembre". Sul sito ufficiale del film non ho trovato nessuna informazione sui contenuti del film, ma immagino che propongano le solite tesi:
1) Le torri sono state demolite e non crollate a causa dell'urto
2) Il pentagono non è stato colpito da un aereo ma da un missile
3) Il quarto aereo è stato abbattuto
e via così... Per quelli che non lo sapessero un documentario del genere è giù stato prodotto, si intitola loose change; fortunatamente Markyx si è premurato di rilasciare una versione commentata "screw loose change" in cui vengono confutate tutte le fantasiose tesi dei complottisti - con fatti e riferimenti. Consiglio caldamente la visione.

Come al solito gli Italiani arrivano in ritardo. Su tutto. Ed ecco Zero... spero ardentemente che sia qualcosa di più originale di loose change. Sarebbe imbarazzante per gli autori riproporre le tesi che sono già state smentite da qualcuno. Ma le parole di Dario Fo (che vi ricordo essere un premio nobel) non promettono nulla di buono:

[I contenuti della versione ufficiale] Sembrano balle inventate da un generale. Io, fin dall'omicidio Kennedy, con le spiegazioni incredibili, veri e propri insulti all'intelligenza della gente, fornite dal governo americano su certi eventi, ci ho fatto quattro spettacoli
Quest'uomo è una vergogna per l'istituzione dei premi nobel. Ovviamente nell'intervista non viene fatto riferimento alle tesi specifiche. No, bisogna prima andare a guardare il film e pagare il biglietto. Se tanto mi da tanto, Fo sostiene anche che il programma Apollo sia stata una messa in scena. Che tristezza.

---

No, please, not again! I have just found out that a bunch of Italian 9/11 truthers have released a new documentary. The title is "zero an investigation on 9/11". On the official website of the movie, I could not find any specific information on the thesis that the movie sustains, but I guess they go for the usual nonsense:
1) The towers were demolished and didn't collapse because of the planes
2) The pentagon was not hit by a plane but a missile
3) The forth plane was shot down
and so forth... For those of you don't know it, a documentary of this sort, "loose change", has been already released. Luckily Markyx took care to edit an annotated version "screw loose change", in which all the truthers' theses are confuted - with fact and references. I suggest you to watch that movie.

As usual Italians come last. I really hope that the writers of Zero wrote something more original than loose change; it would be awkward to foster theses that have already proved false. Dario Fo's (who, I'd like to remind, is a nobel laureate) words are not very encouraging:
[the official version] seems a bullshit written by a general. Since Kennedy's assasination, I have written four plays based on the incredible explanations, offense to the people's intelligence, given by the US government on certain events.
This man is an embarrassment to the Nobel prizes. Obviously he does not elaborate on the specific thesis; you have to buy the ticket for that. That is so sad.

Sunday, October 21, 2007

Chicago (scroll down for english)

Lo scorso fine settimana sono andato Chicago. Non immaginate quanto sia stato bello tornare a casa... Tra tutte le città che ho visitato e in cui ho vissuto (ben non molte queste ultime) Chicago è l'unica che è riuscita a catturarmi. Sì, Minneapolis sa essere bella, ma se dovessero dirmi "per i prossimi 5 anni vivrai a Minneapolis" non mi ecciterei più di tanto; se dovessero dirmelo con Chicago farei i salti di gioia. Senza considerare che a Chicago ho lasciato anche degli ottimi amici e rivederli è stato bello.
Ma il vero prodotto tipico di Chicago, il campo in cui nessuna delle città che conosco la batte sono i pazzi! Da nessuna parte ci sono pazzi come ce ne sono a Chicago.

In meno di 4 ore dal mio arrivo ho incontrato 3 pazzi scatenati. Nell'ordine.

1) Ragazza sulla trentina con orsacchiotto che gridava oscenità e altre cose che mi sono sfuggite correndo avanti e indietro per la banchina del metrò. Battento i piedi per terra.

2) Uomo sulla cinquantina, a prima vista normale, incontrato sulla metropolitana. Ad un certo punto prende il cellulare e chiama un fantomatico Generale. Spiega con calma come il nemico li sovrasta numericamente, che ha dovuto aggirare il fiume passando per il promontorio di belmonte (stavamo proprio in quel momento passando la fermata di belmont). Commosso chiede rinforzi al generale, chiede solo 6/7 volontari, ma vuole che a questi volontari si dica che le probabilità di sopravvivere alla missione sono scarse. Concitamente ripete al generale che la situazione è grave, ma che cercherà di fare il meglio per venirne fuori. Ringrazia il generale e interrompe la comunicazione.

3) Donna sulla quarantina, in una cafe dove stavamo facendo colazione. Entra questa coppia, normalissima all'aspetto, se non che la donna porta una marionetta sulla mano (di quelle da ventriloquo). E non se la toglie per mangiare. Non riesco a vedere se nutre anche alla marionetta.

oh quanto mi è mancata Chicago!

---

Last weekend I went to Chicago. You can't imagine how great it was to be back at home... Among all the cities that I visited and lived in (not so many in the latter category) Chicago is the only one which captured me. Yes, Minneapolis is a nice city, but if they told "for the next 5 years you will live in Minneapolis" I would not be excited, but if I was told the same thing for Chicago I would be jumping on the table. Without taking into account that I left some great friends in Chicago.
But the real great thing about Chicago, the field where no other city can beat it, are the crazy people. No other city has crazy people like Chicago.

In less than 4 hours since I got there I met 3 wackos. In order.

1) Girl in her thirties with teddy bear, yelling obscenities while running up and down the EL station.

2) Man in his fifties, normal outlook, met on the train. Suddenly he makes a call on his phone, he calls a general. Calmly he explains that the enemy outnumbers him and that he had to go around the river through belmonte ridge (we were passing belmont station at that point). He asks for back up; a few men, only 6 or 7 volunteers, but they must be told that it is going to be a suicide mission. He explains that the situation is critical, but he is going to face it and he will try to come out of it. He thanks the general and close the phone.

3) Woman in her forties, met in a cafe while having brunch. A couple enters the cafe, they look normal if not for the woman who is wearing a hand puppet. She does not take it off to eat. I wasn't able to see is she fed the hand puppet.

Oh how I missed Chicago.

ti accorgi che sei vecchio - you realize you are old (scroll down for english)

... quando a un concerto di tuoi amici uno dei gruppi sul palco ringrazia la babysitter.

---

... when at a battle of the bands one of the bands thanks their kid's babysitter.

Monday, October 08, 2007

se potessi avere 1000 euro al mese - I wish I had 1000 euro a month (scroll down for English)

Oggi vi parlo di una iniziativa dell'ADI (Associazione Dottorandi e Dottori di Ricerca Italiani). L'iniziativa, che va sotto il nome di "se potessi avere mille euro al mese", ha come obiettivo l'innalzamento della borsa di dottorato dagli attuali 811 euro al mese (pagati ogni due mesi) ai mille euro al mese del nome dell'iniziativa. E' bene ricordare che l'ultimo ritocco delle borse di dottorato risale al 1998.
Io ho firmato per l'iniziativa; anche se devo ammettere di non essere completamente d'accordo. In particolare non capisco perchè l'ADI voglia che la borsa sia garantita a tutti i dottorandi. Attualmente ogni anno, gli atenei offrono un certo numero di posti coperti da borsa, ma anche uno numero (di solito minore) di posti non coperti da borsa. Forse che l'ADI creda che, nel momento in cui tutti i posti devono essere coperti dalla borsa, il numero di posti offerti rimanga invariato? E' ovvio che non sarà così; rimarranno solo i posti coperti da borsa. In questo modo non si farebbe altro che togliere una possibilità in più. L'ADI non può aver fatto un errore di valutazione così stupido, deve esserci dietro qualche cosa... che però mi sfugge.
Un'altra considerazione che vorrei fare è sull'uniformità della borsa. Attualmente (e l'ADI non ha intenzione di chiedere di cambiare questa cosa) tutte le borse di dottorato sono identiche. Io trovo discutibile che uno specializzando in medicina prenda quanto un dottorando in ingegneria, e che un dottorando in ingegneria prenda come un dottorando in filosofia. Lo specializzando in medicina ha molte più responsabilità, per non contare i turni. Questo è innegabile, più discutibile è la differenza tra il dottorando in ingegneria e il dottorando in discipline umanistiche. Lo so che a qualcuno la cosa non piacerà, ma secondo la mia esperienza il dottorando in ingegneria ha molti più impegni del dottorando in materie umanistiche.
Mi rendo conto che questa ultima proposta non potrà mai essere approvata; sarebbe discriminatoria. Io però non vedo nulla di male nel discriminare, purchè questo non avvenga sulla base di sesso, razza, religione e credo politico... beh discriminare sulla religione non sarebbe male. Ma purtroppo non si può. Dopo tutto io vorrei sapere se uno dei miei studenti crede che Cristo sia nato da una donna vergine o se crede a qualunque altra forma di magia.

--

Today I would like to write about an ADI (the Italian Graduate Student Syndicate) initiative. The campaign aims at increasing the PhD scholarship from the current 811 euros a month to 1000 euros a month. It should be noted that the amount of the scholarship has not be changed since 1998.
I subscribed to the campaign; but I do not agree on everything the ADI is proposing. Specifically I don't understand why the ADI is pushing for complete coverage of all students. Right now, each University offers a number of funded positions, but also a number of non funded positions. The ADI executives cannot be so stupid to think that, whenever all the position must be funded, the number of available positions will remain the same. Universities will simply cut the non funded positions; thus limiting the choice for some students. They cannot be so naive, there must be something to it; but I cannot get a grasp on it.
Another thing I would like to comment on is the fact that all scholarships are the same. It is absurd that a PhD student in Medicine, with all his or her responsibilities and the shifts, earns as much as a PhD student in engineering; and that an engineering student is paid as much as a philosophy student. The former difference in evident, and I think that nobody can negate that. I admit that the latter is more subjective; but from my experience I can tell that engineering students work harder than humanities students.
I know that my proposal will never be taken into consideration; it is discriminatory... but I do not see anything wrong in discriminating, as long as it is not done on race, sex, religion and political views basis. Well it would be nice to discriminate on religion basis, but we are not quite there yet. After all in science I think I would like to know if one of my students believes that Christ was born from a virgin woman, or in any other magical stuff.

Friday, October 05, 2007

1 euro (scroll down for English)

Oggi il corriere riporta la notizia secondo la quale il ministro Padova Schioppa ha intenzione di inserire in finanziaria un provvedimento per l'agevolazione fiscale per incentivare i giovani a prendere casa in affitto. Il corriere riporta:

Il governo ha introdotto in Finanziaria la possibilità per i giovani, in un'età compresa tra i 20 e i 30 anni, di usufruire di detrazioni fiscali sugli affitti, sempre che la casa non sia l'abitazione principale dei genitori. La nuova detrazione varia dai 495,8 euro in tre anni se il reddito complessivo supera i 15.493,71 euro ma non i 30.987,41 euro, ai 991,6 euro (sempre in tre anni) se il reddito non supera i 15.493,71 euro.

La notizia per il Corriere è che la proposta è stata definita dal ministro una agevolazione per "mandare i bamboccioni fuori di casa". Tutta l'attenzione è dedicata all'uso del termine bamboccioni. Se solo i giornalisti sapessero fare il loro mestiere si sarebbero accorti che c'è qualcosa di molto più offensivo in questa proposta. Ok, ammetto che il concetto di divisione per un giornalista possa risultare difficile, ma io che ho studiato posso aiutarli... 991 euro / 3 anni = 330 euro all'anno. 330 euro / 12 mesi = 27.5 euro al mese.

1 DANNATO EURO AL GIORNO

Pensano di risolvere il problema degli affitti con un euro al giorno! La stupidità di questa proposta è disarmante... E' uno spreco si soldi immenso; per lo stato l'iniziativa in totale non avrà un costo trascurabile ma i benefici ai cittadini sono assolutamente trascurabili. So che non ci sono le risorse per risolvere il problema, ma proprio per questo non bisogna buttare via soldi. Era meglio tenere da parte quei soldi per migliorare il debito pubblico o se proprio ci si sentiva generosi organizzare una lotteria con in premio l'affitto per tre anni. Questa soluzione sicuramente non è egualitaria.
Ma è meglio una cosa utile per pochi, piuttosto che inutile per tutti.

---

Today the corriere reports that Minister Padova Schioppa is about to add to the budget law an article to help youngsters move out of their parents' houses. The corriere writes;
The budget law provides for a tax deduction for people between 20 and 30 years. The deduction ranges from 495.8 euros (in 3 years) for incomes above 15,493 euros per year to 991.6 euros (in 3 years) for incomes below 15,493 euros a year.

According to the Corriere the big piece of news here is that the minister called this bill "an incentive to send those mama boys out of their parents house". A big part of the paper is devoted to discuss the use of the word mama boy. If only journalists could do their job, they would have realize that there is something much more offensive hidden in that law. I don't expect journalists to grasp the concept of division, so I am going to help them on this... 991 euros / 3 years = 330 euros per year. 330 euros / 12 months = 27.5 euros a month.

1 DAMNED EURO A DAY

They think to solve the housing problem with one euro a day! My brain hurts... it is a huge waste of money. The State is going to give out a lot of money, but the benefits that people will get out of this are negligible. I know there are not enough resources to solve the problem, but because of that one should be careful in using the money indeed. It would have been better to use that money to improve the public debit, or if they really felt generous they should have put a lottery on. The prize being three years worth of rent. It is not egalitarian, but at least is useful.
I'd rather have something useful for a few than something useless of all.

Sunday, September 30, 2007

e gli ingegneri? - what about the engineers? (scroll down for English)

Ieri sono finalmente riuscito ad andare a vedere "in the shadow of the moon". Il documentario prodotto da Ron Howard sul programma Apollo. Ho avuto qualche difficoltà perchè a Minneapolis è uscito con quasi un mese di ritardo e in un solo cinema. Il film è molto ben fatto. L'ho trovato commuovente, ma credo che questo dipenda dal mio essere ingegnere. E' sempre stato un mio rimpianto essere nato troppo tardi per assistere allo sbarco sulla luna e, temo, troppo presto per assistere allo sbarco su un altro corpo celeste (forse sono in tempo per la seconda volta sulla luna). Le immagini viste sul grande schermo sono emozionanti; l'orizzonte netto tra il bianco della superficie lunare e il nero del vuoto è magnifico.

Ho una sola critica da muovere; i protagonisti del film sono gli astronauti con i loro racconti e i loro sentimenti. A tratti sembra quasi che gli astronauti, grazie al duro allenamento e alla loro freddezza, siano saltati sulla luna. Uno due tre... hop! Non si racconta dello sforzo ingegneristico che ha permesso quell'impresa. Ed è un peccato, mi sarebbe piaciuto sentire le storie, i racconti e gli aneddoti degli ingegneri. Spesso ci si riferisce al Saturn V come un vettore alimentato a idrogeno liquido; la definizione è imprecisa. Per il programma Apollo all'idrogeno liquido è stato aggiunto testosterone. Sebbene il testosterone sia stato fornito in abbondanza dagli astronauti, il resto è stato costruito dagli ingegneri.

Come sono cambiati i tempi. In meno di 10 anni, si è passati dal non aver mai mandato nessuno in orbita a mandare degli uomini sulla luna. Senza sapere esattamente quello a cui si andava incontro. Adesso la NASA va in panico per una piastrella scheggiata.

---

Yesterday I finally watched "in the shadow of the moon"; the documentary produced by Ron Howard on th Apollo porgram. I had some difficulties because the movie opened a month later in Minneapolis and only in one movie theater. The movie is great. I found it moving, but again I am an engineer. I have always regretted being born to late to witness the landing on the moon and too early, I fear, to witness the human landing on any other planet (I may be in time for the return to the moon). Apollo footage on the silver screen is amazing; the sharp horizon dividing the bright moon and the dark space is astonishing.

I have only one critique; the protagonists of the movie are the astronauts with their stories and feelings. It almost seems that, thank to their hard training and iron will, the simply jumped on the moon. One, two three.. hop! The amazing engineering feat remains untold and untouched. It is a pity, I would have loved to hear what engineers have to tell about the program. Often the Saturn V is referred to as a liquid hydrogen rocket; this definition is not precise for the Apollo program they had an additive for the hydrogen: testosterone. Although testosterone was provide for by the astronauts, everything else was built by engineers.

Many things changed. In less than 10 years they were able to go from not having put anyone on orbit to sending men to the moon. Without knowing what they had to face. Now NASA panics for a chipped tile.

Saturday, September 29, 2007

Speaking Science 2.0 (scroll down for English)

Ieri sera ho assistito a Speaking Science 2.0. Il tema era come comunicare la scienza al grande pubblico. Avrebbero dovuto esserci due fazioni. Una a favore del framing, ovvero adottare una strategia "pubblicitaria" basata su concetti semplici e ripetuti fino alla nausea e l'altra contraria a questa strategia. La cosa interessante è che una discussione che sui blog ha raggiunto livelli molto aspri, dal vivo è finita a tarallucci e vino. Con le due fazioni che dicevano "no hai ragione tu", "no, smettila hai ragione tu". Poi la notte è passata e il giorno dopo sui blog è ricominciato tutto "abbiamo vinto noi", "no stai zitto, abbiamo vinto noi". E' proprio vero che come dice John Gabriel nella sua teoria del "greater internet dickwad":



Comunque una delle citazioni più interessanti è stata:

il religioso si sveglia alla mattina e pensa "come posso convincere gli altri che quello che dico è vero". Lo scienziato perfetto si sveglia e pensa "come posso dimostrare che quello che ho detto ieri è falso"; lo scienziato vero si sveglia e pensa "come posso dimostrare che quello che ha detto LUI ieri è falso".
---

Yesterday night I attended Speaking Science 2.0. The conference was about how to get the science out to the large public. There should have been two sides. One for framing, a theory according to which scientists should use the same techniques of advertising, simplifying the concepts and hammering just a few of them into the public; the other side was supposed to be against this theory. The interesting thing is that the discussion reached quite violent peaks in the blogs, but yesterday they were all friendly and agreed on everything. "you are right!", "shut up! you are right!" And then this morning on the blogs they went on like "we won!" "no shut up! we won!" Scientifically speaking, this was a perfect example of John Grabriel's "greater internet dickwad theory":



Anyway one of the most interesting thing they said was
the minister wakes up every morning and thinks "how can I convince other people that what I say is the truth". The ideal scientist wakes up and thinks "how can I show that what I said yesterday is wrong" and the actual scientist think "how can I show that what HE said yesterday is wrong"

the pillowman (scroll down for English)

Once upon a time, there was a man, who did not look like normal men. He was about nine feet tall and he was all made up of these fluffy pink pillows: his arms were pillows and his legs were pillows and his body was a pillow; his fingers were tiny little pillows, even his head was a pillow, a big round pillow. And on his head he had two button eyes and a big smiley mouth which was always smiling, so you could always see his teeth, which was also pillows. little white pillows. Well, the Pillowman had to look like this, he had to look soft and safe, because of his job, because his job was a very sad and a very difficult one... Whenever a man or a lady was very very sad because they'd had a dreadful and hard life and they just wanted to end it all, they just wanted to take their own lives and take all the pain away, well, just as they were about to do it, by razor, or by bullet, or by gas, by whatever preferred method of suicide, the Pillow man would go to them, and sit with them, and gently hold them, and he'd say, "Hold on a minute," and time would slow strangely, and as time slowed, the Pillowman would go back in time to when that man or that lady was just a little boy or a little girl, to when the life of horror they were to lead hadn't quite yet begun, and the Pillowman's job was very very sad, because the Pillowman's job was to get that child to kill themselves, and so avoid the years of pain that would just end up in the same place for them anyway: facing an oven, facing a shotgun, facing a lake. "But I've never heard of a small child killing themselves," you might say. Well the Pillowman would always suggest they do it in a way that would just look like a tragic accident: He'd show them the bottle of pills that looked just like sweeties; he'd show them the place on the river where the ice was too thin; he'd show them the parked cars that it was really dangerous to dart out between; he'd show them the plastic bag with no breathing holes, and exactly how to tighten it. Because mummies and daddies always find it easier to come to terms with a five-year-old lost in a tragic accident then thy do with a five-year-old who has seen how shitty life is and taken action to avoid it. Now, not all the children would go along with the Pillowman. There was one little girl, a happy little thing, who just wouldn't believe the Pillowman when he told her that life could be awful and her life would be, and she sent him away, and he went away crying, crying big gloopy tears that made puddles this big, and the next night there was another knock on her bedroom door, and she said, "Go away, Pillowman, I've told you, I'm happy. I've always been happy and I'll always be happy." But it wasn't the Pillowman. It was another man. And her mummy wasn't home, and this man would visit her every time her mummy wasn't home, and she soon became very very sad, and as she sat in front of the oven when she was twenty-one she said to the Pillowman, "Why didn't you try to convince me?" and the Pillowman said, "I tried to convince you, but you were just too happy." And as she turned on the gas as high as it would go she said, "But I've never been happy. I've never been happy." See, when the Pillowman was successful in his work, a little child would die horrifically. And when the Pillowman was unseccessful, a little child would have a horrific life, grow into an adult who'd also have a horrific life, and then die horrifically. So, the Pillowman, as big as he was and as fluffy as he was, he'd just go around crying all day long, his house'd be just puddles everywhere so he decided to do just one final job and that'd be it. So he went to this place beside this pretty stream that he remembered from a time before, and he brought a little can a petrol with him, and there was this old weeping willow tree there, and he went under it and he sat and he waited there a while, and there were all these little toys under there. There was a little car and a little toy dog that yapped and a kaleidoscope. There was a little caravan nearby, and the Pillowman heard the door open and little footsteps come out, and he heard a boy's voice say, "I'm just going out to play, Mum," and the mum said, "Well don't be late for your tea, son." "I won't be, Mum." And the Pillowman heard the little footsteps get closer and the branches of the willow tree parted and it wasn't a little boy at all, it was a little Pillowboy. and the Pillowboy said, "Hello," to the Pillowman, and the Pillowman said, "Hello," to the Pillowboy, and they both played with the toys for a while, and the Pillowman told him all about his sad job and the dead kids and all of that type of stuff, and the little Pillowboy understood instantly 'cos he was such a happy little fella and all he ever wanted to do was to be able to help people, and he poured the can of petrol all over himself and his smiley mouth was still smiling, and the Pillowman, through his gloopy tears, said, "Thank you," to the Pillowboy, and the Pillowboy said, "That's alright. Will you tell my mummy I won't be having my tea tonight," and the Pillowman said, "Yes, I will," lying, and the Pillowboy struck a match, and the Pillowman sat there watching him burn, and as the Pillowman gently started to fade away, the last thing he saw was he Pillowboy's happy smiley mouth as it slowly melted away, stinking into nothingness. That was the last thing he say. The last thing he heard was something he hadn't even contemplated. The last thing he heard was the screams of the hundred thousand children he'd helped to commit suicide coming back to life and going on to lead the cold, wretched lives that were destined to them because he hadn't been around to prevent them, right on up to the screams of their sad self-inflicted deaths, which this time, of course, would be conducted entirely alone.

Effettivamente avevo sottovalutato l'opera. Diciamo solamente che vanno ben oltre a dire cacca; non vi voglio svelare troppo perchè è un'opera che dovete andare a vedere se mai ne avrete l'occasione. Vi basti sapere che nel secondo atto una bambina di 5 anni viene crocefissa, sul palco. Effettivamente è un opera violenta, ma secondo me geniale. Il pezzo che avete appena letto e una delle storie che vengono raccontate durante l'opera da 2 ore e 50 minuti; tutte storie estremamente buoie. Tutta l'opera è buia. Forse è per questo che l'ho adorata.

Ariel, vedi di smetterla con questa storia dell'infanzia difficile. Mio padre era un alcolista violento; e sono per caso diventato anche io un alcolista violento?

SI! ma la mia è stata una libera scelta! L'ho scelto io.

Ah dimenticavo, l'opera è the pillowman di Martin McDonagh. Non so se è stata tradotta in Italiano... Annalisa hai qualcosa da fare nei prossimi mesi? :-)


---


I underestimated the play. They did a lot more than saying "poop". Let's just say that at the beginning of the second act a 5 years old is crucified, on stage. I don't want to tell you anything else because you have to go and see the play if you have the chance. It is violent and disturbing but in a genious way. The piece at the beginning of my post is one of the stories that are told during the 2 hours and 50 minutes of the play. And this is one of the brightest stories. All the others are even darker. All the play is dark. Maybe this is the reason I loved it.

Ariel, cut the story of your difficult childhood. My father was an abusive alcoholist, did I become a abusive alcoholist myself?


YES! but this has nothing to do with my father, it was my choice!

Almost forgot, the play is "the pillowman" by Martin McDonagh.

Thursday, September 27, 2007

chiudete la fogna - shut the fuck up (scroll down for English)

E noi permettiamo a gente della risma di sto tipo di influenzare la nostra politica nazionale... forse gli italiani si meritano quello che hanno, ma io sicuramente no.
L'arcivescovo Maputo Francisco Chimoio il capo della Chiesa Cattolica in Mozambico, ripeto il capo della Chiesa Cattolica, non un cattolico qualunque, ma un arcivescovo di nomina Vaticana, sostiene che:

Condoms are not sure because I know that there are two countries in Europe, they are making condoms with the virus on purpose. They want to finish with the African people. This is the programme. They want to colonise until up to now. If we are not careful we will finish in one century's time


ebbravi i Cattolici... e non venite a raccontarmi che essere Cattolici non significa credere in queste cose, perchè lo significa. La Chiesa Cattolica è una Chiesa con una gerarchia ben precisa, con dei rituali decisi da qualcuno... volete crede in Dio, Cristo, Babbo Natale e la fatina dei dentini? bene fatelo, ma se vi dichiarate Cattolici state sostenendo questa politica.

---

And we allow to people like this scumbag to influence or politics... may Italians deserve it, but I don't.
The Archbishop Maputo Francisco Chimoio head of the Catholic Church in Mozambique, let me repeat it, head of the Catholic Church, not a random guy, but an archbishop appointed by the Vatican said:

Condoms are not sure because I know that there are two countries in Europe, they are making condoms with the virus on purpose. They want to finish with the African people. This is the programme. They want to colonise until up to now. If we are not careful we will finish in one century's time


Attaboy! Catholics... and don't come and tell me that being Catholics does not mean to believe this things because it does!. The Catholic Church has a precise hierarchy and precise rules and dogma... you want to believe in god, christ, Santa Claus and the tooth fairy? great, do it, but if you claim you are catholic then you are supporting this politcs.

agopuntura - acupuncture (scroll down for English)

Alla base dell'agopuntura c'è l'idea che le malattie siano dovute a degli squilibri energetici nel chi. Per curare le malattie sarebbe quindi sufficiente riequilibrare il chi andando ad agire in particolari centri dove il chi si accumula. Recentemente è stato pubblicato uno studio tedesco [1] che mette a confronto i metodi della medicina "ufficiale" (anti-infiammatori, fisioterapia e anti dolorifici) con l'agopuntura e i risultati sembrano indicare che l'agopuntura funzioni meglio. Per essere più preciso devo dire che lo studio è presentato dai media in questi termini.

"Mal di schiena: meglio gli aghi delle pillole" dicono.

La realtà è che, pur essendo vero che nello studio i pazienti che sono stati trattati con agopuntura hanno avuto un tasso di miglioramento del 46%, mentre solo il 26% dei pazienti trattati con metodi "ufficiali" ha avuto benefici, bisogna prestare attenzione prima di trarre conclusioni. Per come è stato condotto, lo studio non permette di trarre conclusioni sull'efficacia dell'agopuntura rispetto alla medicina "ufficiale".
Per capire la questione dobbiamo studiare i dettagli; del resto la scienza o la si fa in modo rigoroso o non la si fa, giusto?
Nello studio sono stati prese 1162 persone affette da dolori lombari; i pazienti sono stati divisi in tre gruppi: al primo sono state sommiministrate cure "ufficiali", al secondo l'agopuntura secondo le regole tradizionali, al terzo l'agopuntura 'sham', che fondamentalmente consiste nel piantare gli aghi a caso, non nei posti dove "il chi si accumula".

L'unica conclusione che lo studio permette di trarre è che l'agopuntura classica e l'agopuntura sham hanno la stessa efficacia; lo studio confuta quindi la teoria del chi. I soggetti erano in grado di capire quale cura veniva somministrata loro; non si è trattato di un test cieco. Il metodo applicato non permette di escludere fenomeni quali l'effetto placebo o altri tipi di condizionamento che non sono legati all'agopuntura. Le conclusioni sulle differenze o meno dei due tipi di agopuntura sono lecite perchè i pazienti non avevano modo di distinguere i due metodi.

La vicenda dimostra ancora una volta come i giornalisti spesso non siano in grado di trattare argomenti scientifici. I giornalisti hanno lo scopo di (in)formare i loro lettori, ma ho già più volte mostrato che non sono all'altezza del compito. E quindi l'opinione pubblica rimane scientificamente ignorante con gravissime conseguenze.

L'articolo è stato commentato (più in dettaglio) anche da:
Steve Novella
Orac
Ben Goldrace
e poi dicono che i blog non sono fonti di informazioni affidabili...

---

Acupunture's rationale is that all diseases are caused by unbalanced energy (or chi); according to this theory in order to treat all dieseaes it is enought to restablish balance in the chi. This can be achieved by sticking needles in specific points where the chi accumulates. Recently a group of German researchers published a study [1] that suggest acupuncture works better than official medicine. I should be more precise and write that the media think that the study suggest that.

Needles 'are best for back pain', they say.

The reality is that, although this study shows that acupuncture had a success rate of 46% while official medicine only of 26%, the numbers don't allow us to compare acupuncture against official medicine.
To understand the issue we need to dwell on the details; after all science is a rigorous method and details are important, right?
1162 subjects took part to the study; they all suffered from chronic back pain. They have been divided into three groups: the first one was treated with official medicine, the second one with traditional acupuncture and the third one with "sham" acupuncture which basically consists of sticking needles at random without aiming for the "chi points".
The only definitive conclusion that the study allows to draw is that classical acupuncture and sham acupuncture have the same rate of success, meaning that the chi theory is not true. The subjects were aware of what kind of treatment they were subjected to; it was not a blind trial and therefore the study doesn't allow to rule out effects such as placeo
bo and other conditioning. Conclusions on the differences between the two forms of acupuncture are licit because the subjects were not able to tell which kind of acupuncture they were getting.

This story shows that journalists are not able to treat scientific subjects. Journalists have the duty to (in)form their readers, but I have already shown that they are not up to the role. Public opinion is scientifically ignorant and this has serious consequences.

The scientific paper has been (more thoroughly) commented also by:
Steve Novella
Orac
Ben Goldrace
and then they say that blogs are not dependable...



[1]
German Acupuncture Trials (GERAC) for Chronic Low Back Pain: Randomized, Multicenter, Blinded, Parallel-Group Trial With 3 Groups Michael Haake; Hans-Helge Müller; Carmen Schade-Brittinger; Heinz D. Basler; Helmut Schäfer; Christoph Maier; Heinz G. Endres; Hans J. Trampisch; Albrecht Molsberger. Arch Intern Med. 2007;167:1892-1898.

Sunday, September 23, 2007

ragionamenti - reasoning (scroll down for English)

Ieri un ragazzino di Torino è finito in ospedale per aver ingoiato un galleggiante da pesca. L'ingoio è il risultato di una sfida: "ingoialo o sei una checca" gli avevano detto. Un fatto grave di bullismo. Il problema è il commento di Grillini, che dice "basta omofobia nelle aule". Non fraintendetemi, l'Italia è un paese omofobo, ma questo fatto non c'entra nulla con l'omofobia. Vi ricordate la serie di ritorno al futuro? Marty finiva sempre nei guai perchè Biff lo accusava di essere un pollo... Negli anni 80 eravamo forse pollofobi? non credo proprio. I ragazzini fanno cose stupide. Se gli avessero detto "ingoialo o sei un codardo" l'avrebbe fatto lo stesso. E' un atto di bullismo, non di omofobia.
Quello di Grillini è un esempio di come un ragionamento sbagliato che porta a una conclusione giusta rischia soltato di indebolire la conclusione. E' vero in Italia c'è il problema dell'omofobia, ma se cerchi di convincere la gente che quello è un esempio di omofobia, la gente penserà che se hai bisogno di argomenti così deboli il problema non esiste.

---

Yesterday a kid was hospitalized as a result of trying swallow a fishing buoy. He did it because he was dared by a a group of his peers. They said "swallow it or you are queer". A serious act of bullying. The problem is Grillini; he commented on this fact saying "we need to stop homophobia in classrooms". Don't get me wrong, Italy is a homophobic country, but this fact is not related to homophobia. Do you remember "back to the future"? Marty ended up in troubles because Biff used to dare him saying "do it or you are a chicken". Did we used to be chickenphobic? I don't think so. Kids do stupid things. He would have swallowed the buoy even if they had said "swallow or you are a coward". It is bullying not homophobia.
Grillini's reasoning shows that when you get to the right conclusion through a fallacious reasoning you are weakening your stance. People will think that since you cannot find a better argument you are wrong and the problem does not exist.

un anno in anticipo - a year early (scroll down for English)

Poco più di un anno fa, ho affrontato il problema dell'indulto e del perchè fosse inutile e stupido. Concludevo con queste parole:

Se si ammette che c'è un problema, e il problema c'è, non è una buona idea affrontarlo facendo finta che non ci sia, o se va bene curando i sintomi, perchè altrimenti fra un paio d'anni siamo da capo. Non è un concetto difficile da comprendere, no?
mi sbagliavo! e non di poco. Non si è dovuto aspettare due anni. Ne è bastato uno. E' infatti notizia di qualche giorno fa che le carceri sono di nuovo piene. E adesso che si fa? un altro indulto? Ogni anno liberiamo i carcerati in eccesso? non mi stupirei se qualcuno lo proponesse di nuovo. Fortunatamanete adesso a influenzare la politica Italiana c'è il nazipapa e non credo che spingerà per l'indulto.

---

Something more that a year ago I commented on the general pardon approved by the Italian Parliament. I explained why it was stupid and useless and I wrote these words:
If we admit there is a problem, and there is a problem, it is never a good idea to face it pretending it's not there, or, if we are lucky treating the symptoms. In this way in a couple of years we will be in the same situation as before. It isn't that difficult to understand, is it?
I was wrong! Terribly wrong! We didn't have to wait two years! One was enough. Italian prisons are again full. Now what? another pardon? I wouldn't be surprised if somebody came forward with that idea again. Luckily this time we have the nazipope influencing Italian politics and I don't think he will push for pardon.

Thursday, September 20, 2007

in sciopero - on strike (scroll down for english)

E' da due settimane che il personale tecnico amnistrativo della University of Minnesota è in sciopero. Tutte le mattine quando vado in ufficio li vedo, camminare sul marciapiede con i cartelli in mano e i fischietti in bocca. Non ho seguito le trattative quindi non so perchè siano in sciopero, e sinceramente non mi importa più di tanto. La cosa che mi diverte è vedere le differenze tra l'Italia e gli USA. In Italia avete mai sentito parlare di qualcuno che è rimasto in sciopero per due settimane? Due settimane senza paga! stiamo scherzando? è più semplice bloccare una autostrata, una stazione ferroviaria o in generale danneggiare gente che con la trattativa non c'entra nulla per mezza giornata e lo Stato interviene con il contentino. Si ottiene quello che si vuole e non si perdono troppi giorni di paga. Evviva i sindacati! Mi chiedo come mai non facciano la stessa cosa qui a Minneapolis. Forse perchè se lo facessero verrebbero arrestati e processati con l'accusa di interruzione di pubblico servizio?

---

The workers of the University of Minnesota have been on strike for two weeks now. Every morning I see them walking con the sidewalk with their sign and their whistles. I haven't followed the issue and I don't know why they are on strike and honestly I don' t care. What I find amusing are the differences between USA and Italy. Have you ever heard of someone being on strike for two weeks in Italy? Two weeks without wages? are you kidding? it is easier to occupy a highway, a train station, or harass in any other way people who don't have any role in the negotation for half a day. The State will intervene and the worker will obtain what they want without losing to much money. Hooray for the Labor Unions. I wonder why they don't do the same here... or right if they did something like that, they would be arrested,

cacca - poop (scroll down for english)

Uno dei vantaggi di abitare con una persona che lavora al Guthrie theater è che procura i biglietti aggratis. Oggi mi ha scritto chiedenomi se mi interessa andare a vedere The Pillowman. Io ho risposto di sì. Non ho la più pallida idea di cosa sia, ma è teatro, è il Guthrie ed è gratis... Però Denise si è sentita in obbligo di avvisarmi:

You should know that this is considered a very fine but extremely “edgy” and “disturbing” play. I’ve not read it, but I think sex and violence are its themes
Se ho imparato a conoscere "gli americani" va a finire che dicono cacca...

---

One of the good things about having a roommates who work at the Guthrie is that she has access to employee discounts and free tickets. Today she wrote asking if I wanted to see The Pillowman. I said yes. I don't have the slightest idea of what play it is, but it is theater, it is the Guthrie and it's free. The thing is that Denise felt the necessity to warn me:
You should know that this is considered a very fine but extremely “edgy” and “disturbing” play. I’ve not read it, but I think sex and violence are its themes
If I knew "the americans" they are going to say the word poop...

Wednesday, September 19, 2007

il peso dell'educazione - the burden of politeness (scroll down for english)

Credo di essere stato ben educato dai miei genitori; sono sempre stati pronti a rimproverarmi severamente nel caso mi comportassi male. Non parlo mai con la bocca piena, mastico sempre a bocca chiusa, cerco di non fare rumore quando mangio o bevo e non mastico chewingum; tutti questi piccoli comportamenti sono per me automatici. Mai avrei pensato che l'educazione impartitami mi si rivoltasse contro... Invece è successo. In ufficio condivido il cubicolo con un ragazzo di Singapore che non ha ricevuto il mio stesso tipo di educazione e come conseguenza mastica rumorosamente con la bocca aperta, quando beve si premura di emettere un rumuroso risucchio e ha sempre un chewingum in bocca che viene masticato vigorosamente con la bocca aperta. Tutti questi rumori mi risultano molto molesti, ma non posso farli smettere. Non c'è nulla di intrisecamente sbagliato nel masticare con la bocca aperta, mi è solo stato insegnato che non si fa.
Se non fossi stato educato adesso potrei condividere felicemente il cubicolo con Paw, invece ogni volta che mangia o beve è per me uno strazio.

---

I think I have been well educated by my parents; they were always ready to rebuke me in case I did something wrong. I don't speak when I am chewing something, I alwasy keep my mouth shut when I chew, I try to minimize chewing and sipping noises and I never chew gum. All this small behavior are automatic to me now. Never would I have thought that my politeness would turn against me... Instead it happened. At work I share a cubicle with a Singaporean guy who didn't receive the same type of education I got, and as a consequences he always chews with his mouth open, when he drinks he makes sure everybody can hear his sipping noise and he is always chewing gum and making bubble. I cannot stand all these noises, but I cannot make them stop. There is nothing intrinsically wrong in chewing with one's mouth open; I was taught you don't do that. That's it.
If I had never been educated I could be happily sharing my cubicle with Paw, instead everytime he eats or drinks is a sort of torture to me.

Tuesday, September 18, 2007

dulsa l'uga - sweet is the grape (scroll down for english)

Gioite! il Vaticano è il primo Stato del mondo a diventare neutro dal punto di vista della produzione di anidride carbonica. Il che significa che attualmente sta producendo tanta anidride carbonica quanta ne riesce a smaltire (o meglio a convertire in ossigeno grazie alla fotosintesi). Il Vaticano è particolarmente fiero di questa cosa, infatti in una nota ricorda che "Il libro della Genesi ci dice che all'inizio Dio ha messo l'uomo a guardia della terra con il compito di farla fiorire". C'è però un inghippo. Un cavillo... Il Vaticano è CO2 neutro grazie a una compania ungara che ha donato l'ossigeno prodotto da una sua foresta in Ungheria al Vaticano. Insomma il Vaticano non ha fatto assolutamente nulla, è merito della KlimaFa. A ben guardare la Genesi non dice che tutti gli uomini sono a guardia della terra... alcuni seminano, altri raccolgono i frutti... come è sempre stato e sempre sarà.

---

Celebrate! The Vatican is the first Country in the world to become carbon-neutral, meaning that it is producing as much of oxigen as carbon dioxide. This is achieved through photosynthesis. The Vatican is particularly proud of this achievement; a press release reports: "The Book of Genesis tells us of a beginning in which God placed man as guardian over the earth to make it fruitful." There is a loophole. The Vatican is carbon-neutral thanks to Hungarian Company which donated the oxigen produced by an Hungarian forest to the Vatican. The Vatican did nothing; the credit should go to KlimaFa. After all the Genesis does not say that all the men are placed as guardian of the earth... some sow, other harvest... as it has always been and always will be.

Sunday, September 16, 2007

conflitto di interessi - conflict of interests (scroll down for english)

Il vice presidente del Senato Italiano, sottolineo, il vice presidente del Senato Italiano, non un imbecille qualunque, ma un imbecille vice presidente del Sentato, propone un "giorno del maiale" per infettare i terreni dove sorgeranno delle moschee. Io ci vedo un gigantesco conflitto di interessi. E' troppo facile autodedicarsi una giornata.

---

The vice president of the Italian Senate, I repeat, the vice president of the Italian Senate, not a unknown idiot, but an idiot who is the vice president of the Italian Senate is proposing a "pig day" to infect the lots where mosques are planned. I see a humongous conflict of interests there. You cannot dedicate a day to yourself! it is too easy.

Monday, September 10, 2007

Orgoglioso di essere una minaccia - Proud to be a threat (scroll down for english)

Oggi ho scoperto di essere una minaccia per l'umanità. E ne vado fiero, enormente. Sono ateo e sono uno scienziato; due terribili crimini per la Chiesa. Infatti il nazi-papa sostiene che «Se si perde riferimento a Dio le conoscenze della scienza possono diventare una terribile minaccia e portare alla distruzione del mondo». Nel discorso però non spiega come fare a mantenere il riferimento a dio. Sospetto che spetti al Vaticano distinguere la scienza buona dalla scienza cattiva. Infatti il nazi-papa ricorda anche che per i cristiani ritenere Gesù «l'unico mediatore della salvezza non significa disprezzo delle altre religioni nè assolutizzazione superba del nostro pensiero». Questo concetto mi sfugge, sostanzialmente dice: "noi siamo i dententori dell' UNICA verità e dell'UNICA salvezza; tutti gli altri si sbagliano di grosso, però noi rispettiamo tutti quelli che sbagliano e non siamo assolusti". Non fa una piega. Mi chiedo come i cristiani possano continuare ad ascoltare questa vaccate. Svegliatevi! chiedete che vi diano un papa del 21 secolo e no uno preso direttamente dal medioevo! Sul serio ci fate la figura dei fessi con questo.

---

Today I found out I am a threat to the human race. And I am proud of it! I am an atheist and a scientist; two hideous crimes for the Catholic Church. The nazi-pope claims that «if the reference to god is lost, Science can become a terrible threat and bring the destruction of the world». In his address, he does not explain how the reference to god can be maintained. I suppose it is up to the Vatican to tell the good science from the evil science. In fact the nazi-pope reminds us that «for Christians believing that Jesus in the only savior does not mean contempt toward other religions nor proud absolutization». I do not get it, "we have the ONLY truth and the ONLY salvation; all the others are wrong, terribly wrong, but we respect all the wrong ones and we are not absolute in our judgement" Smooth... I wonder how Christians can listen to this nonsense. Wake up! Ask for a pope from the 21st century not one that comes directly out of the dark ages! Serioulsy, he making you look like idiots

Saturday, September 08, 2007

cibo gratis e di più - free food and more (scroll down for english)


Tra gli studenti di dottorato se ne parlava come di un evento mitologico, qualcuno sosteneva di conoscere testimoni diretti del prodigio... Adesso potrò raccontare ai miei nipoti di aver assistito al prodigio con i miei stessi occhi. Oggi c'è stata la cerimonia di benvenuto per i nuovi studenti di dottorato del dipartimento. Non solo c'era cibo gratis e non sto parlando di pizza di domino, sto parlando di servizio di catering! con camerieri in uniforme, scaldavivande, roast beef, pasticcini con la crema e altre amenità ma c'era anche da bere gratis: birra, vino, spumante italiano. Alcolici! in una università americana! Non era uno dei segni dell'apocalisse?

---

There were stories of this event among grad students, some of them claimed to know a witness of the prodigy... Now I will be able to tell to my nephews that I was there, I saw it with my very eyes. Today I attended the welcome meeting for the new grad students of the department. Non only there was free food, and I am not speaking domino's pizza I am speaking of catering service with waiters in uniform, chafing dishes, roast beef and pastries, but there was also free booze: beer, wine, Italian sparkling wine. booze! in an American university! Wasn't it one of the signs of the Apocalypse?

no, seriamente - no, seriously (scroll down for english)

No, seriamente... quando prendo l'aereo mi tocca fare code chilometriche al metal detector, togliermi le scarpe, mettere tutti i liquidi in una busta di plastica e poi voi vi perdete 5 testate nucleari così come se niente fosse?! Non c'è stato nessun rischio, erano al sicuro, semplicemente se le erano dimenticate su un aereo. Fatto sta che c'è qualcosa che non torna su come viene gestita tutta questa storia della sicurezza. Non vi sembra?

---

No, seriously... when I fly I need to wait in line at the security checkpoint; I need to take off my shoes and put all my dangerous liquind (like my explosive toothpaste) in plastic bags and then you guys loose 5 nukes as if nothing happened?! There wasn't any risk a any time , they simply forgot them on a plane. The thing is that there is something wrong with this security measures. Don't you think so?

Wednesday, August 29, 2007

biologia 1 - biology 101

Tuesday, August 28, 2007

arruffchiere - robber shop (scroll down for english=

Ok, vi avverto che questo non sarà un post particolarmente profondo. Ma diamine, 24$ per un taglio di capelli mi sembra un argomento abbastanza interessante. 24 dollari! Taglio 14 dollari, sistemata al pizzetto 6 dollari, mancia 4 dollari. E non sono particolarmente esigente in fatto di capelli. Rasatura uniforme della testa delle basette e del pizzetto. Tempo totale 7 minuti, prodotti usati 0, elettricità usata 5 minuti di rasoio elettrico = 24 dollari! AHHHH!!
E poi la mancia?!?!
Io sono un sostenitore della mancia per i camerieri. Mi piace avere le cose divise, da una parte paghi il cibo, dall'altra il servizio. In questo modo capita raramente di essere trattato male dai camerieri. Ma dal parrucchiere è già il servizio! La mancia per cosa è?
Mistero.

E io che avevo pensato: stando via solo 4 mesi non mi conviene comprare la macchinetta per tagliarmi i capelli... Per ora sono in pari, spero di non aver bisogno di un altro giro dal parrucchiere.

---

Ok, this is not going to be a very deep post. Bur for god's sake! 24$ for having my hair done seems quite an interesting subject to me! 24 dollars! hair 14$, goatee trimming 6$, tip 4$. It is not that I am particularly demanding when it comes to my hair. Uniform clipping of hair, sideburns and beard. Needed time 7 minutes and no need for shampoo, shaving cream, grease or whatever.
And the tip?!?!
I like tipping waiters. I like the idea of keeping things separated, one thing is the food and another other the service. And I think it works, rude waiters are rare.
But having your hair done is already a service! what's the tip for?
Mystery

I thought I would have been cheaper to go to the barber shop than buying an hair clipper... I may have been wrong. Right now I am even, I only hope I won't need another visit to the barber shop.

Thursday, August 23, 2007

eccezione - exception (scroll down for english)

Non scrivo mai di calcio, ma questa volta non posso resistere.

Italia - Ungheria: 3-1

Ha Ha!

---

I don't usually write about soccer, but this time I couldn't resist.

Italy - Hungary: 3-1

Ha Ha!

Wednesday, August 22, 2007

oh mio (figurativo) dio - oh my (figurative) god (scroll down for english)

Un film che non potete assolutamente perdervi: expelled.
Non riesco a capire se è uno scherzo o meno, ma temo di no. E' un documentario che si propone di dimostrare come i creazionisti siano vittime di bullismo da parte dei darwinisti!
Si paragonano a Galileo, come lui, dicono, portano delle idee rivoluzionarie che non vengono accettate dall'establishment...
rivoluzionarie... E' rivoluzionario chiamare intelligent design quello che un tempo veniva chiamato creazionismo? Il creazionsmo è in giro da centinai di anni, non c'è nulla di innovativo.
Si appellano alla libertà. Perfetto io sono a favore della libertà di espressione. Che dicano un po' quello che voglioni, ma la scienza non è democratica. La scienza di basa su un metodo e se non lo segui sei comunque libero di esprimerti. Non scientificamente.

Occhio. Di solito quello che succede negli Stati Uniti si rispecchia con qualche anno di ritardo anche in Europa. Prepariamoci.

---

A movie you cannot miss: expelled.
I cannot understand if it is a hoax or what, but I am afraid not. It is a documentary in which the claim to show that creationists are bullied by darwinists!
They call in Galileo, like him, they say, they bring new, revolutionary ideas that are not accepted by the establishment...
revolutionary... it is revolutionary to call intelligent design what was called creationism? Creationism has been around for centuries there is nothing new.
They appeal to freedom. Good, I am for freedom of expression. They must be free to say whatever they want, but science is not democratic. Science is based on the method and if you don't follow it, you are free to express yourself. Not scientifically.

Watch out! Usually what happens in the USA finds a way to Europe in a couple of years. Get ready!

Tuesday, August 21, 2007

l'amara verità - the bitter truth (scroll down for english)

In un'interessante articolo di Ars Technica sulla scienza nei film si dice:

Note to film and TV producers: science grad students work for peanuts. Buy one.
oh quanto è vero...

Ok ok, lo ammetto. Oggi non ho proprio voglia di lavorare, ma per l'ennesima volta il mio relatore ha postposto l'appuntamento. Sono qui da due mesi e ho parlato con il mio relatore due volte!
---

In an interesting article by Ars Technica on science in movies it is said:
Note to film and TV producers: science grad students work for peanuts. Buy one.
have never seen so much truth in so few words.

Ok ok, I admit it, today I am procrastinating, but once again my advisor postponed our meeting. I have been her for two months and I have met him twice.

complotto - conspirancy (scroll down for english)

E altri due che se ne vanno. Ieri ho scoperto che sabato sera uno dei miei coinquilini ha chiesto alla sua ragazza di sposarlo. Il tutto è successo mentre io ero in cucina a cucinare il mio pollo all'eritrea e loro erano in sala da pranzo a mangiare ostriche e altri molluschi.
Avevo sentito che qualcosa di strano stava succedendo, ma nella mia ingenuità ho pensato fosse una cozza andata male... invece era un anello... e senza LED questa volta.

---

Two more gone... yesterday I found out that on Saturday one of my roommates proposed to his girlfriend. It happened while I was in the kitchen cooking a delicious Eritrean chicken and they were in the dining room eating clams and mussels.
I heard something was happening, but I naively thought it was a bad mussel... instead it was a ring... with no LED this time.

una grande estate per la scienza italiana - a great summer for italian science (scroll down for english)

Io non ho mai ben afferrato l'abitudine tutta italiana di spegnere una intera nazione per l'estate, ma forse dopo tutto non è una idea così pessima. Soprattutto quando i risultati di chi "lavora" sono questi.

Nelle ultime settimane grazie a Ben Goldacre di Bad Science ho scoperto i lavori di Federica Mafrica e Vincenzo Fodale dell'Università di Messina e di V. Elia, E. Napoli e R. Germano dell'Università Federico II di Napoli.

I primi hanno scritto l'illuminante articolo: Down subjects and Oriental population share several specific attitudes and characteristics. L'articolo è pubblicato su una rivista medica dall'invitante titolo: Medical Hypotheses. L'articolo in questione è un prezioso esempio di scienza in cui si evidenzia come le persone affette da sindrome di Down abbiano alcune caratteristiche in comune con le popolazioni orientali, ad esempio:

Down subjects adore having several dishes displayed on the table, and have a propensity for food which is rich in monosodium glutamate.
mmm dovrò iniziare a contare i miei cromosomi perchè avere una tavola imbandita davanti mi fa un certo effetto. Soprattutto quando sono affamato.
The tendencies of Down subjects to carry out recreative-rehabilitative activities, such as embroidery, wicker-working, ceramics, book-binding, etc., that is renowned, remind [us of] the Chinese hand-crafts, which need a notable ability, such as Chinese vases, or the use of chopsticks employed for eating by Asiatic populations.
E' fanstastico che questa osservazione venga da due Italiani; del resto gli Italiani non sono mai stati interessati all'artigianato; è qualcosa di completamente estraneo alla nostra cultura, vero?
Down persons during waiting periods, when they get tired of standing up straight, crouch, squatting down, reminding us of the ’squatting’ position … They remain in this position for several minutes and only to rest themselves. This position is the same taken by the Vietnamese, the Thai, the Cambodian, the Chinese, while they are waiting at a bus stop, for instance, or while they are chatting.
Io ho sempre invidiato questa abilità; trovo la posizione di "squatting" estremamente scomoda. A pensarci bene (assunto che sia effettivamente qualcosa di genetico e non semplicemente dovuto ad abitudine) è un vantaggio evolutivo! io per riposarmi ho bisogno di una sedia!
There is another pose taken by Down subjects while they are sitting on a chair: they sit with their legs crossed while they are eating, writing, watching TV, as the Oriental peoples do.
Se avessero visto come mi sedevo prima di acquistare una sedia stokke mi avrebbero ricoverato oppure deportato come immigrato illegale.

Ma non è finita, l'estate è lunga e così V. Elia, E. Napoli e R. Germano invece di andare a Ischia a divertirsi hanno scritto l'articolo: The ‘Memory of Water’: an almost deciphered enigma. Dissipative structures in extremely dilute aqueous solutions, pubbliato sulla rinomata rivista scientifica Homeopathy. Si lo so anche a me fa un certo effetto scrivere scienza e omeopatia nella stessa frase senza il predicato nominale NON E'. Qui l'argomento è un po' più tecnico. In sintesi, i ritrovati omeopatici si basano sulla diluizione di un principio attivo; il problema è che il principio attivo viene diluito così tanto che alla fine c'è una buona probabilità che nel ritrovato non ci sia neanche una molecola del principio attivo. E' la cosa è un bene, perchè spesso i principi attivi sono tossici (come l'arsenico). Questo dovrebbe bastare per togliere qualunque dubbio sulla inutilità della pratica omeaopatica. Il fatto è che per dare una apparenza di validità al tutto gli omeopati fanno riferimento a un lavoro pubblicato nel 1988 da Benveniste su Nature in cui si sosteneva fondamentalmente che l'acqua avesse memoria. Ovvero che l'acqua fosse in grado di ricordare le caratteristiche di un soluto anche dopo che il soluto fosse stato rimosso - proprio la teoria di cui l'omeopatia ha bisogno. In esperimenti successivi non si è riuscito a replicare i risultati di Benveniste. Questa estate la "prestigiosa" rivista Homeopathy ha deciso di pubblicare un numero speciale dedicato alla memoria dell'acqua. Tra gli autori ci sono appunto Elia, Napoli e Germano. L'articolo completo è messo a disposizione da Bad Science.

Non sono un chimico, quindi non posso criticare il metodo, quello che posso fare è però commentare come è stato scritto l'articolo.
Nella sezione "methods" non mi sembra che facciano riferimento a quali procedure sperimentali sono state adottate. Non fanno riferimento a come sono stati preparati i campioni ne a come il pH è stato misurato. Niente.

La base del metodo scientifico è la ripetibilità degli esperimenti. Se non si descrive esattamente come l'esperimento è stato compiuto esso non è ripetibile e quindi non è scientifico.

La cosa che più mi lascia perplesso è che entrambi i giornali di cui sopra sono pubblicati da Elsevier. Quello che reputavo un editore serio. Forse a questo punto dovrei ricalibrare le mie ambizioni e smettere di ambire a una pubblicazione su Automatica (che fa capo allo stesso editore).

Approfitto per chiedere scusa a tutti i ricercatori italiani che hanno passato l'estate a lavorare e che meriterebbero più pubblicità di quelli citati in questo post.

---

I have never quite got the Italian habit of shutting down an entire country for the summer; but after all it is not such a bad idea. Especially when the results of those who keep on working are these.

In the last few weeks thanks to Ben Goldacre at Bad Science, I found out the works of Federica Mafrica and Vincenzo Fodale from the University of Messina and of V. Elia, E. Napoli e R. Germano from the University Federico II at Naples.

The former have written the bright paper Down subjects and Oriental population share several specific attitudes and characteristics. The paper is published on a medical journal with the compelling title Medical Hypotheses. The goal of the paper is to underline the fact that Down subjects and oriental people share some common features, such as:
Down subjects adore having several dishes displayed on the table, and have a propensity for food which is rich in monosodium glutamate.
mmmm I think I should start counting my chromosomes then... I love having several dished displayed on the table. Especially when I am hungry.
The tendencies of Down subjects to carry out recreative-rehabilitative activities, such as embroidery, wicker-working, ceramics, book-binding, etc., that is renowned, remind [us of] the Chinese hand-crafts, which need a notable ability, such as Chinese vases, or the use of chopsticks employed for eating by Asiatic populations.
It is great that this observation come from two Italians, after all Italians have never been really good at handcraft, right?
Down persons during waiting periods, when they get tired of standing up straight, crouch, squatting down, reminding us of the ’squatting’ position … They remain in this position for several minutes and only to rest themselves. This position is the same taken by the Vietnamese, the Thai, the Cambodian, the Chinese, while they are waiting at a bus stop, for instance, or while they are chatting.
I have always wanted to be able to squat in a comfortable way. In order to rest I need a chair. I think that being able to squat (if really it is a genetic feature and not cultural) is actually an evolutionary advantage.
There is another pose taken by Down subjects while they are sitting on a chair: they sit with their legs crossed while they are eating, writing, watching TV, as the Oriental peoples do.
If they had seen me sitting before I got a Stokke chair they would have hospitalized me or deported as an illegal alien.

The summer is long and so V. Elia, E. Napoli e R. Germano, instead of heading to Ischia and have fun at the beach, wrote: The ‘Memory of Water’: an almost deciphered enigma. Dissipative structures in extremely dilute aqueous solutions, published on the scientific journal Homeopathy. Yes I know... it does feel strange to use the word science and homeopathy in the same phrase without the words IS NOT. Here the subject is more technical so I'll try to summarize it. Homeopathy is based on the use of a diluted active principle. The thing is that it is so diluted that you have a good change of not having a single molecule of the principle in the drug. And that's good since homeopathic active principles are often toxic. This fact should be enough to debunk the whole homeopathy thing. Instead, Homeopathy practitioners reference to a work published in 1988 by Benveniste on Nature in which he claimed that water has memory. Meaning that water somehow can remember the features of a susbtance that has been removed from it - right what homeopaths need. Too bad that the following experiments failed to replicate the phenomenon described in the paper. This summer the "prestigious" Homeopathy Journal devoted an entire issue on the memory of water. Among the authors we find Elia, Napoli e Germano. The whole paper can be read at Bad Science.

I am not a chemist and therefore I cannot critique the method; what I can do is comment on the fact that there is no method.
In their methods section, the authors do not refer to their experimental procedures; they do not say anything about how the samples were prepared or how the pH was measured. Nothing.

The basis of the scientific method is repeatability of experiments. If experiments are not described in details there is no science, because there is no repeatability.

What really strikes me is that both journal are published by Elsevier, what I thought to be a respectable editor. Maybe I should start reconsidering my aim at publishing on Automatica.

I would like to apologize to all the other Italian researchers who spent their summer working and who surely deserve more publicity that those people.

Saturday, August 18, 2007

confronti - comparisons


quadrati - square minded (scroll down for english)

Oggi la connessione wireless di casa ha deciso di funzionare un po' sì e molto no. Stranamente lo fa sempre di sabato, quando ne ho bisogno per mantenere quei pochi contatti con l'italia che mi sono rimasti.

Ieri sono andato da un career counselor, per avere qualche consiglio su come affrontare un eventuale colloquio negli USA (ovviamente prima di parlare con il tipo fissato con le regole del due.. - vedi post precedente - mmm adesso che ci penso questo numero influenza spesso la mia vita. Per un non trascurabile numero di anni sono stato perseguitato dai due di picche e adesso dalle regole dei due anni).

La counselor in questione era una ragazza molto più giovane di me, Drew. Drew ha appena conseguito un master in Student Personnel Psychology (non ho la più pallida idea di cosa sia). Tutto sommato è stato un incontro utile e piacevole. Però per tutto il colloquio ho continuato a pensare: "e poi accusano noi ingegneri di essere quadrati".
Alcune chicche:
1) Capisco che il fatto che io abbia un Master of Science senza avere un Bachelor possa turbare tutte le persone abituate al sistema scolastico anglosassone, ma dopo aver spiegato per 5 minuti il sistema scolastico italiano pensavo di aver risolto il problema. Alla fine dell'incontro riguardando il curriculum Drew mi fa "si ok qui va bene, ma ricordati di aggiungere le informazioni sul Bachelor"... gaaaaaaaaa.... "si ok, non capisco come abbia potuto dimenticarmene.... chissà dove ho la testa..."
2) "Le date mettile tutte sulla destra è più professionale" - " mmm perchè?" - "perchè è più professionale" - "cavolo hai ragione come ho fatto a non pensarci prima".
3) "Qui invece di scrivere che hai esperienza come amministratore di sistemi windows, scrivi che sai usare Word, Excel e Powerpoint così è più specifico". gaaaaaaa vabbè questo non è essere quadrati è semplicemente essere ignoranti e non dovrei fargliene una colpa. Del resto immagino di non sapere un sacco di cose sulla "psicologia del personale studente".
4) All'inizio dell'incontro le ho spiegato che al momento non sto rispondendo a nessuno annuncio, per cui le ho mandato la versione "master" del mio CV specificandole che è la versione che modifico lasciando solo le cose rilevanti prima di mandarlo. Lei per tutto l'incontro ha continuato a chiedermi per che tipo di lavoro stavo preparando il CV, se avevo l'annuncio con me così da poter rendere più specifico il CV.

allora... chi è quadrato?
---

Today my home internet connection is more down than up. It is always like that on Saturday, which, incidentally, is the day when I need it the most. The day when I try to keep some contact with Italy.

Yesterday I have been to a career counselor, I was seeking some advice on how to face a job interview in the USA (obviously this happened before finding out of the two years rules)

The counselor was a girl named Drew, she is younger than me and has recently obtained a M.A. in Student Personnel Psychology (I don't even know what it is). Overall it was a nice and interesting meeting. The only thing is that I kept only thinking "and they accuse us engineers to be squared-minded"
Here are some examples:
1) I know that it may difficult for anybody used to the anglosaxon college system to come to term with the fact that I have a master of science without officially having a bachelor degree, but after I took 5 minutes to explain her why this is the case, I though everything was settled. At the end of that part of the meeting, while going over my CV, Drew said "this part is fine, but remember to write your bachelor information"... gaaaaaaaaa... "yeah you are right I don't know how I could forget such an important part..."
2) "Put all the dates on the right hand side, it is more professional" - " mmm why?" - "well because it si more professional" - "holy cow! you are right! I should have known".
3) "Here, instead of writing that you have experience as Windows system administrator write that you know how to use Word, Excel and Powerpoint. It is more specific". gaaaaaaa ok, this is not being squared minded, it is plain ignorance. I shouldn't mock her, after all I don't know many things about student personnel psychology.
4) At the beginning of the meeting I explained that I wasn't about to apply for any position, I just wanted some general advice. I sent her the "master copy" of my CV and that when I apply for a position I prune it down so to leave only the relevant things. For all the meeting she kept on asking me about the job I was applying for, saying that the CV like that was to general...

then... who is squared minded?

Friday, August 17, 2007

no post-doc for you, matteo (scroll down for english)

Il fatto che fossi venuto a Minneapolis per cercare di crearmi contatti per un possibile post-doc negli USA era un po' un segreto di pulcinella. Era un piano attentamente studiato in tutti i suoi aspetti. Un piano destinato al fallimento, ho scoperto oggi.
In questi giorni sto organizzando un viaggio in Canada e per essere sicuro che non ci fossero problemi sono andato a chiedere all'ufficio servizi internazionali. Già che c'ero ho chiesto un po' di informazioni sui visti. Ho scoperto l'esistenza di due simpatiche regolette:

La two years rule. Una volta che ho finito il mio status J1 prima di poter lavorare in USA devo passare due anni in Italia. Non basta essere fuori dagli USA, bisogna essere nella propria Nazione per due anni.

L'addetto con cui ho parlato mi ha anche dato una buona notizia: i post-doc non sempre contano come lavoro, circa il 50% sono considerati studio, e quindi vanno sotto un altro tipo di visto a cui non si applica la two years rule. "Niente di grave" ho pensato "devo solo trovarmi un post-doc che sia considerato studio".

L'addetto ha continuato:

"C'è però una nuova regola"

la two year bar. Una volta finito un periodo come J1 prima di iniziare con un nuovo J1 devono passare due anni. Questi almeno non li devo passare in Italia, basta fuori dagli USA.

Se si considera che una volta che torno in Italia mi mancherà circa un anno alla fine del mio dottorato; vedo dura riuscire a tornare a lavorare negli USA nel breve periodo.

Mannaia!

PS. un premio a sorpresa a chi indovina la citazione del titolo.

--

The fact that I came to Minneapolis to do some "networking" in search of a post-doc position was not a secret. I had a plan, a well designed plan. Destined to failure; I found out today.
I am planning a short trip to canada and I went to the international student office to make sure I had everything I need. Since I was there I asked some general information on visas. I found about the existence of this two rules:

The two years rule. Once you terminate your J1 status as a scholar before being able to come back to work to the US you have to spend two years in your home country. It is not enough to stay out of the US, it must be your home Country.

The guy also gave me a good piece of news: only 50% of post-doc positions are considered jobs, the other half are considered as scholarly positions and therefore they go with the J1 status. "it's not that bad - I thought - I only have to find a scholar status post-doc position".
But the guy added:

"There is another rule"

The two year bar. Once you finish a period as a J1, before being able to initiate another J1 two years must pass. These two years can be spent outside your home country.

Once I finish my J1 period, I will more or less one year from graduation; so I see it difficult to come back to the US any time soon.

Dammit!

PS. a surpriZe to who recognize the citation in the title